Loosely Exactly Nicole | Listen to Me Marlon | Traffic RiderOMG Moto GP is F2P

Category: Giallo


Risultati immagini per Profezia di un DelittoUn film di Claude Chabrol. Con Stefania SandrelliFranco NeroJean RochefortGert Fröbe.  Titolo originale Les MagiciensGiallodurata 95 min. – Francia 1976.

Per ravvivare il suo matrimonio stanco, Sadry si reca a Djerba in vacanza con la moglie ma appena arrivato incontra una ex fiamma e si lascia prendere da pericolose nostalgie. Un veggente, ospite dell’albergo, parla di un delitto che avverrà Continua a leggere

Locandina Bunny Lake è scomparsaUn film di Otto Preminger. Con Carol Lynley, Keir Dullea, Laurence Olivier, Noel Coward Titolo originale Bunny Lake is Missing. Giallo, b/n durata 107′ min. – Gran Bretagna 1965. MYMONETRO Bunny Lake è scomparsa * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Una ragazza madre va a scuola a riprendere la figlioletta, ma la bambina è scomparsa, anzi sembra quasi che non sia mai esistita. Da un giallo di Evelyn Piper (con finale diverso), un film insolito anche per i temi scabrosi (omosessualità, figli illegittimi, incesto) piuttosto rari all’epoca. Lo stile febbrile di Preminger gli dà intensità. Titoli di testa di Saul Bass. Olivier caratterizza con gusto. Continua a leggere

Un film di Stuart Heisler. Con Brian Donlevy, Alan Ladd, Veronica Lake, William Hendrix Titolo originale The Glass Key. Poliziesco, b/n durata 85 min. – USA 1942. MYMONETRO La chiave di vetro * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Ed Beaumont (Ladd) è amico e factotum del potente affarista Paul Madvig (Donlevy), che corrompe il procuratore distrettuale Farr e influenza buona parte dell’opinione pubblica. Per ripulire la propria immagine in vista delle elezioni, alle quali intende appoggiare Ralph Henry come governatore, Madvig liquida lo scomodo legame col gangster Nick Varna, per interessarsi dell’attraente Janet, figlia del candidato. Ma il giornale The Observer, controllato da Varna, accusa Paul di un delitto e il procuratore Farr si mostra pronto a cambiare bandiera. Ed, avvicinato da Varna, rifiuta di fornire prove a carico dell’amico e per questo viene brutalmente pestato dai picchiatori Jeff e Rusty. Uscito dall’ospedale, Ed riuscirà a scagionare l’amico. La giustizia può trionfare anche in un mondo corrotto, così come l’amore tra Ed e Janet. Solo Dashiell Hammett, autore del romanzo e padre del poliziesco hard-boiled, poteva descrivere senza mezzi termini il mondo in putrefazione del potere. Solo lui poteva concepire un eroe che si mantenesse così leale al valore dell’amicizia di fronte alle tentazioni del denaro e del successo. Beaumont è più simile al Sam Spade de Il falcone maltese, avvezzo alla falsità ma fedele al proprio codice etico, che all’ironico Nick Charles de L’uomo ombra, entrato col matrimonio in una classe sociale superiore. Qui, senza perdere il gusto della narrazione, il giallo diventa specchio di quella società che Hammett aveva esplorato nel suo lavoro di investigatore. E, come i suoi personaggi, durante il maccartismo Hammett si manterrà fedele ai suoi princìpi, pagando con il carcere il diritto di denunciare ipocrisia e corruzione. Pochi come il romanziere Jonathan Latimer, abile nel portare opere altrui sullo schermo, potevano scrivere una simile sceneggiatura senza tradire il soggetto. Anche il pestaggio di Ed viene presentato con una durezza che soltanto Sergio Leone nel suo primo western (costruito sulla trama di Piombo e sangue di Hammett) oserà rappresentare al cinema. L’unico spazio al sentimento è aperto dalla collaudata coppia Ladd-Lake, cui è affidato il compito di chiudere con un lieto fine. Continua a leggere

Un film di Terence Young. Con Richard Crenna, Alan Arkin, Audrey Hepburn, Efrem Zimbalist jr. Titolo originale Wait Until Dark. Giallo, durata 108′ min. – USA 1967. MYMONETRO Gli occhi della notte * * * 1/2 - valutazione media: 3,58 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un fotografo entra casualmente in possesso di un quantitativo di stupefacenti. Sua moglie, cieca e sola nell’appartamento, si difende da tre delinquenti che per recuperare la droga la sequestrano. Young non si preoccupa della verosimiglianza della storia tratta da un copione teatrale di Frederick Knott. A lui interessa arrivare al nodo della suspense. Robusto thriller: la Hepburn fu designata all’Oscar e, come criminale nevrotico, Arkin lascia il segno! Continua a leggere

Risultati immagini per Mio caro AssassinoUn film di Tonino Valeri. Con George Hilton, Marilù Tolo, Dante Maggio, William Berger. Giallo, durata 92 min. – Italia 1972. MYMONETRO Mio caro assassino * * * - - valutazione media: 3,33 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Il commissario di polizia Luca Peretti (George Hilton) decide di indagare su un caso che ritiene sospetto: viene ritrovato infatti un detective assicurativo con la testa mozzata da una ruspa e, subito dopo, l’operaio addetto all’utilizzo della ruspa, impiccato. Peretti non accetta la ricostruzione semplicistica dei fatti proposta dal brigadiere, ovvero un omicidio colposo seguito dal suicidio per sensi di colpa ma inizia delle indagini, scoprendo che il detective assicurativo stava in realtà indagando per conto proprio su un vecchio caso di rapimento e omicidio. Anni prima infatti, Stefania, la figlia di un ricco industriale, era stata rapita: al momento di pagare il riscatto però, anche il padre venne rapito, ed entrambi furono lasciati morire in un bunker.

Ma il detective dell’agenzia assicurativa aveva scoperto qualcosa e aveva proposto di vendere le sue informazioni ai familiari della vittima. L’ispettore di polizia ripercorre tutte le tracce del detective privato seguito passo passo dall’assassino che, per paura di essere scoperto, ucciderà di volta in volta tutte le persone implicate nella vicenda, poiché neppure lui sa bene cosa avesse scoperto il detective. Ma l’ispettore è sempre un passo avanti al killer, riuscendo infine a salvare l’ultima vittima che era in possesso, senza saperlo, della prova decisiva per incastrare l’assassino. Infatti, quando Stefania era rinchiusa nel bunker, aveva fatto rotolare uno specchietto circolare giù per la scarpata sottostante, specchio nel retro del quale aveva disegnato stilizzandolo alla maniera di una bambina, la figura del suo carceriere, rimarcando nel disegno una peculiarità fondamentale di quest’ultimo. Seguendo le tracce dell’assassino, l’ispettore riesce a ritrovare questo specchio (che stava già cercando la prima vittima, l’investigatore assicurativo) con l’aiuto del suo intuito e a smascherare l’assassino. Continua a leggere

Locandina La settima donnaUn film di Franco Prosperi. Con Florinda BolkanRay LovelockFlavio AndreiniLaura Trotter.  Giallodurata 93 min. – Italia 1978. – VM 18

Tre ladri si rifugiano in una villetta dove si trovano sette donne. Ne ammazzano due più un postino, al quale era stato dato un biglietto affinché avvertisse la polizia.  Continua a leggere

Regia di Brian De Palma. Un film con John LithgowGeneviève BujoldCliff RobertsonTom FelleghyThomas CarrClyde VenturaCast completoTitolo originale: Obsession. Genere Giallo – USA1975durata 98 minuti. – MYmonetro 2,88 su -1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

1959. Michael Courtland e sua moglie Elizabeth hanno appena finito di celebrare nella loro lussuosa casa di New Orleans il decimo anniversario di matrimonio quando la tragedia irrompe nelle loro vite. Elizabeth e la figlioletta Amy vengono rapite e moriranno in un fallito tentativo della polizia di liberarle coinvolgendo Michael. Da quel momento l’uomo vive nel rimorso. Un sentimento che potrebbe trasformarsi in senso positivo quando Michael, nel 1975, incontra a Firenze in San Miniato (la chiesa in cui aveva conosciuto Elizabeth) una giovane che restauratrice che le somiglia in modo incredibile.
Brian de Palma non nasconde il proprio debito nei confronti di Vertigoma, grazie alla sceneggiatura di Paul Schrader (ricca di inverosimiglianze a cui però ci si adegua senza fatica) e alla musica di Bernard Herrmann offre alla sua macchina da presa l’occasione di esibire ancora una volta la propria originalità di sguardo. Perché anche qui il regista più manierista (nel senso buono) della storia del cinema contemporaneo ci offre una varietà di scelte di inquadratura e di movimenti di macchina (ralenti compresi) costantemente finalizzati alla narrazione.  Continua a leggere

Risultati immagini per La Dama rossa uccide sette volteUn film di Emilio P. Miraglia. Con Barbara BouchetMaria Pia GiancaroMarino MaséMarina MalfattiUgo Pagliai.  Giallodurata 90 min. – Italia 1972MYMONETRO La dama rossa uccide sette volte * * - - - valutazione media: 2,21 su 13 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un castello maledetto ospita un fantasma che uccide di tanto in tanto sotto le sembianze di una “Dama Rossa”. Anche l’ultimo proprietario ne resta vittima. Un carosello di delitti coinvolge le due nipoti del fantasma.

Locandina Il commissario MaigretUn film di Jean Delannoy. Con Jean GabinAnnie GirardotJean Desailly Titolo originale Maigret tend un piègeGiallob/n durata 116 min. – Francia 1958MYMONETRO Il commissario Maigret * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nella Parigi soffocata dall’afa un maniaco va in giro ammazzando donne. Maigret si dà da fare e volge i suoi sospetti su un giovanotto di buona famiglia. Lo arresta, ma la sera stessa un’altra donna è uccisa nelle stesse circostanze. Il sospetto viene dunque scagionato, ma nel finale ci sarà un’altra sorpresa. Continua a leggere

Risultati immagini per Chi protegge il TestimoneUn film di Ridley Scott. Con Tom BerengerMimi RogersJerry OrbachHarley CrossLorraine Bracco.  Titolo originale Someone to Watch Over MeGiallodurata 106 min. – USA 1987MYMONETRO Chi protegge il testimone * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Mike Keegan è un poliziotto che vive nel quartiere a rischio di Queens con la moglie e il figlio che ama. Un giorno viene incaricato di proteggere Claire Gregory, una bella appartenente alla upper class. Costei è stata minacciata da un criminale che ha compiuto un omicidio di cui la donna è stata testimone. Progressivamente Mike se ne innamora anche se finisce inconsapevolmente per metterla in pericolo. Ma in grave pericolo è anche la sua situazione familiare.
Chi legge la breve sintesi qui sopra non può sfuggire al ricordo di innumerevoli altri film con un plot analogo. C’è allora da chiedersi perché lo Scott di Blade Runner e di Alien abbia accettato di dirigere un film dal soggetto così debole. Si ha l’impressione che sia stata proprio la sfida a spingerlo alla prova. Ecco allora che Scott rimescola le carte. Mette a confronto (come classicità vuole) la mora (non ricca e moglie) e la bionda (ricca e amante) ma non fa dell’una la vittima passiva e dell’altra la mantide divoratrice. Sono invece due donne che vedono messa in pericolo la loro quotidianità ormai acquisita. L’una per la minaccia di un killer, l’altra per la possibile frantumazione del proprio nucleo familiare. Tra questi due poli si muove un Berenger utilizzato per un ruolo differente rispetto a quelli fino ad allora affidatigli.
Ma Scott aggiunge un protagonista in più: il décor. È lo spazio (per lui fantascientifico) in cui si muove Keegan dal momento in cui entra ‘a palazzo’. La musica classica sottolinea questa dimensione di stupore sottolineando la distanza di classe sociale di ‘mondi’, l'”alienità” che raggiunge il suo apice nella scena girata al Guggenheim. Continua a leggere

Locandina Una luce nell'ombraUn film di Jean Negulesco. Con Walter BrennanGeraldine FitzgeraldJohn Garfield Titolo originale Nobody Lives ForeverGiallob/n durata 100 min. – USA 1946MYMONETRO Una luce nell’ombra * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un proprietario di night, finito in galera per colpa del socio e dell’amante, quando esce si prende le sue vendette. Poi organizza un colpo grosso, prendendo come bersaglio una giovane e ricca signora. Continua a leggere

Risultati immagini per Le Inchieste del Commissario Maigret

Le inchieste del commissario Maigret è una serie di sedici sceneggiati divisi in quattro stagioni, per un totale di trentasei puntate, andata in onda sulla RAI dal 1964 al 1972 per la regia di Mario Landi, con Gino Cervi nel ruolo di Maigret.Fotografati in bianco e nero, gli sceneggiati ebbero molto successo: l’ultima serie riuscì ad incollare davanti alla televisione diciotto milioni e mezzo di telespettatori[1].

Per le prime due serie, andate in onda fra il 1964 e il 1966, gran parte delle sequenze, persino per alcune ambientazioni da esterno, erano girate in interni, nei teatri di posa e studi televisivi della RAI. Solo poche sequenze, fra le quali quelle delle sigle iniziali, venivano filmate a Parigi in esterno, per assicurare qualche momento di maggiore autenticità alla ambientazione. Negli anni successivi, per la terza e quarta serie, andate in onda fra il 1968 e il 1972, potendo contare su una tecnologia televisiva più evoluta, poté essere inserito un maggior numero di sequenze girate in esterni[2]

Dello stesso regista e sempre con Gino Cervi nel ruolo di Maigret, il film italofrancese del 1967 Maigret a Pigalle: le atmosfere e le ambientazioni sono le stesse della serie televisiva, ma il film è a colori e cambia parte del cast.

Per una singolare coincidenza, nello stesso anno 1972 in cui viene mandato in onda l’ultimo episodio della serie tv, che è proprio quello nel quale Maigret va in pensione, si assiste anche al ritiro dalle scene di Gino Cervi come attore e di Georges Simenon come autore del celebre commissario, dato che in quello stesso anno pubblica il suo ultimo romanzo con Maigret protagonista (Maigret e il signor Charles). Continua a leggere

Risultati immagini per Il misterioso Caso Peter ProudUn film di J. Lee Thompson. Con Michael SarrazinMargot KidderJennifer O’NeillCornelia Sharpe Titolo originale The Reincarnation of Peter ProudGiallodurata 104 min. – USA1975MYMONETRO Il misterioso caso Peter Proud * * 1/2 - - valutazione media: 2,63 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Il professor Peter Proud è angosciato da un sogno ricorrente in cui viene ucciso a colpi di remo da una donna in un lago. Scopre di essere la reincarnazione del soldato Curtis Jeffrey, che aveva sposato Marta, e di essere stato ucciso da Marta nel 1946. Si mette in contatto con la donna, ma viene ancora ammazzato da lei. Continua a leggere

Risultati immagini per Invito a Cena con DelittoUn film di Robert Moore. Con David Niven, Peter Falk, Eileen Brennan, Peter Sellers, Maggie Smith. Titolo originale Murder by Death. Giallo, durata 94′ min. – USA 1976. MYMONETRO Invito a cena con delitto * * * 1/2 - valutazione media: 3,59 su 27 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Invitati da un miliardario eccentrico convengono in un tristo maniero cinque famosi investigatori: Hercule Poirot, Miss Marple, Charlie Chan, Sam Spade, Nick e Nora Charles. Devono risolvere l’enigma di un delitto. Come spesso succede alle storie che partono da un’idea brillante, il film è un fuoco di paglia. Brucia a dovere nella parte iniziale, quella in cui si introducono i personaggi, ma poi fa fumo rivelando la sua natura di giochino fine a sé stesso. Continua a leggere

Risultati immagini per Chase a crooked ShadowUn film di Michael Anderson. Con Richard Todd, Anne Baxter, Herbert Lom, Alexander Knox. Titolo originale Chase a Croocked Shadow. Giallo, Ratings: Kids+13, b/n durata 87′ min. – Gran Bretagna 1958. MYMONETRO Acqua alla gola * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Le inverosimiglianze della vicenda sono compensate da una regia brillante e bravi attori. Ricca ereditiera trova in casa un tale che si dice suo fratello, dato per morto. Continua a leggere

Un film di Luciano Ercoli. Con Simón Andreu, Ivano Staccioli, Susan Scott, Peter Martell. Giallo, durata 104′ min. – Italia 1972. MYMONETRO La morte accarezza a mezzanotte * 1/2 - - - valutazione media: 1,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

L’uccisione di una donna è data dalla polizia come suicidio. Sotto l’effetto di una droga chimica nel corso di un esperimento scientifico, la fotomodella Valentina ricostruisce oniricamente la verità. Presa di mira dall’assassino, è salvata da un conoscente. L’inchiesta porta all’arresto di una banda di spacciatori. Scritto da Sergio Corbucci, Ernesto Gastaldi e May Velasco, è un giallo farraginoso con una forte dose di dettagli macabri e sadici. Valentina è la Navarro, alias Susan Scott, moglie di Ercoli, passato dalla produzione alla regia. Distribuisce Cineriz. Continua a leggere

Risultati immagini per La Morte cammina con i Tacchi altiUn film di Luciano Ercoli. Con Frank WolffNieves NavarroSimón AndreuCarlo GentiliGeorge Rigaud.  Giallodurata 93 min. – Italia 1971MYMONETRO La morte cammina con i tacchi alti * * - - - valutazione media: 2,33 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Una ballerina, figlia di un ladro di diamanti, viene terrorizzata a più riprese da un misterioso uomo mascherato. Costui vuole sapere dove è nascosta una partita di preziosi che il padre della ragazza involò poco prima di morire. La ballerina scappa in Inghilterra, ma lì viene uccisa. Sospettato numero uno è l’ex fidanzato. Ma non è lui l’omicida.

Risultati immagini per La Donna FantasmaUn film di Robert Siodmak. Con Franchot Tone, Elisha Cook, Alan Curtis, Ella Raines Titolo originale Phantom Lady. Giallo, Ratings: Kids+13, b/n durata 87′ min. – USA 1944. MYMONETRO La donna fantasma * * * - - valutazione media: 3,25 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Da un romanzo (1942) di Cornell Woolrich (firmato William Irish): pochi credono nell’innocenza di un uomo accusato di uxoricidio; il suo unico alibi è una misteriosa signora incontrata per caso in un bar: dov’è? Film nero coi controfiocchi che riesce a coniugare l’espressionismo tedesco e l’ambiente americano. Gli evidenti difetti di sceneggiatura sono riscattati dalla regia. Splendida sequenza di jazz con Elisha Cook Jr. alla batteria. Il bizzarro cappello d’alta moda dell’inizio diventa il deus ex machina dell’intrigo. In una sequenza lo indossa Aurora, sorella di Carmen Miranda. Continua a leggere

Locandina Una donna nel lagoUn film di Robert Montgomery. Con Lloyd NolanAudrey TotterRobert MontgomeryTom Tully Titolo originale Lady in the LakeGialloRatings: Kids+16, b/n durata 103 min. – USA1946MYMONETRO Una donna nel lago * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Tratto da un romanzo di Raymond Chandler, il film racconta la storia del detective Philip Marlowe che deve trovare la moglie scomparsa di un editore. Come al solito il bravo poliziotto risolverà il caso. Il film presenta una curiosità tecnica: la macchina da presa si identifica con gli occhi del protagonista. Per cui il protagonista stesso (Robert Montgomery) si vede solo un attimo, quando si guarda in uno specchio. Continua a leggere

Locandina Orgasmo

Un film di Umberto Lenzi. Con Colette Descombes, Tino Carraro, Carroll Baker, Tina Lattanzi, Lou Castel.Giallo, durata 91 min. – Italia 1969. MYMONETRO Orgasmo ***-- valutazione media: 3,00 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Una vedova ospita nella sua villa uno sconosciuto con la macchina in panne e ne diventa l’amante. Qualche giorno dopo giunge la sedicenne sorellastra del giovanotto che si comporta da padrona e studia un piano per uccidere la padrona di casa d’accordo col ragazzo.

Continua a leggere