Category: Burt Lancaster


Risultati immagini per Vera Cruz locandinaUn film di Robert Aldrich. Con Ernest Borgnine, Gary Cooper, Cesar Romero, Burt Lancaster, Sara Montiel. Western, durata 94′ min. – USA 1954. MYMONETRO Vera Cruz * * * * - valutazione media: 4,00 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Messico 1866, durante la rivoluzione popolare contro Massimiliano d’Asburgo. Colonnello sudista e avventuriero cercano di impedire che una carrozza piena d’oro giunga nelle mani dei ribelli. Il fascino picaresco del film risiede nel vento delirante di follia che percorre il racconto manicheo, in un umorismo che non si smentisce nemmeno nei momenti più drammatici, in un erotismo sano, nella riflessione critica sulla Storia. Continua a leggere

Locandina Novecento - Atto I

Un film di Bernardo Bertolucci. Con Gérard Depardieu, Robert De Niro, Burt Lancaster, Sterling Hayden, José Quaglio. Titolo originale ATTO I. Drammatico, durata 315′ min. – Italia 1976. MYMONETRO Novecento – Atto I * * * * - valutazione media: 4,29 su 34 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Atto I: in una fattoria dell’Emilia crescono insieme Olmo, figlio di contadini, e Alfredo, erede del padrone, nati nello stesso giorno del 1900. Dopo i primi scioperi nei campi e la guerra 1915-18, il fascismo agrario dà una mano ai padroni. I due giovani si sposano. Atto II: negli anni ’30 le strade di Olmo e Alfredo si separano. Il primo, vedovo, fa il norcino e continua la lotta; il secondo si rinchiude nel privato. Il 25 aprile 1945 si processano i padroni, e i due si ricongiungono. Fondato sulla dialettica dei contrari: è un film sulla lotta di classe in chiave antipadronale finanziato con dollari americani; cerca di fondere il cinema classico americano con il realismo socialista sovietico (più un risvolto finale da film-balletto cinese); è un melodramma politico in bilico tra Marx e Freud che attinge a Verdi, al romanzo dell’Ottocento, al mélo hollywoodiano degli anni ’50. Senza evitare i rischi della ridondanza, Bertolucci gioca le sue carte sui due versanti del racconto. Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and Photos

Un film di Anatole Litvak. Con Barbara Stanwyck, Burt Lancaster Titolo originale Sorry, Wrong Number. Giallo, Ratings: Kids+13, b/n durata 89 min. – USA 1948. MYMONETRO Il terrore corre sul filo * * * 1/2 - valutazione media: 3,67 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Leona Cotterell, figlia di un industriale farmaceutico, soffre di una malattia psicosomatica che la costringe a letto. Sola nella sua grande casa, cerca di telefonare al marito Henry Stevenson, l’uomo che per capriccio ha strappato a un’amica, trasformandolo da umile commesso in Continua a leggere

Un film di Robert Aldrich. Con Bruce Davison, Burt Lancaster, Jorge Luke, Richard Jaeckel, Joaquín Martínez. Titolo originale Ulzana’s Raid. Western, durata 103′ min. – USA 1972. – Universal Pictures MYMONETRO Nessuna pietà per Ulzana * * * - - valutazione media: 3,32 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un piccolo gruppo di Apaches, guidati dal feroce e indomito Ulzana, fugge da una riserva dell’Arizona e semina cadaveri. Scortato dall’anziano e saggio scout McIntosh e da una guida indiana, un drappello di cavalleggeri, comandati da un giovane tenente, li insegue per giorni. Epilogo sanguinoso. In un periodo di vacche magre per il western, è un toro fiero quello di Aldrich che si ricollega a L’ultimo Apache (1954) in toni più disperati e cruenti, non senza rimandi allusivi al Vietnam nella sceneggiatura di Alan Sharp. Ritmo lento, tra sprazzi di violenza, il senso dei larghi orizzonti tra montagne aride, deserti, sassi e polvere. “Se l’inferno e l’Arizona fossero suoi, (Ulzana) vivrebbe all’inferno e si affitterebbe l’Arizona”. Aldrich si tiene a distanza dalla materia narrativa, equiparando le crudeli “ombre rosse” (i Vietcong?) alla natura selvaggia ed enigmatica e condividendo il punto di vista di McIntosh: “Odiare gli indiani sarebbe come odiare il deserto perché non c’è acqua.” Grande Lancaster. Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and Photos

Un film di Robert Siodmak. Con Edmond O’Brien, Burt Lancaster, Ava Gardner Titolo originale The Killers. Poliziesco, b/n durata 105′ min. – USA 1946. MYMONETRO I gangsters * * * 1/2 - valutazione media: 3,75 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nello sporco alberghetto di una cittadina di provincia un giovane gangster che ha fatto uno sgarro attende che due sicari vengano ad ammazzarlo. Ci si racconta il come e il perché. Un racconto (The Killers) di Ernest Hemingway dà lo spunto a una splendida sequenza di apertura. Il resto vale meno, ma è di ottimo mestiere con personaggi ben disegnati e una suggestiva colonna musicale di M. Rozsa. Alla sceneggiatura di Anthony Veiller collaborò, non accreditato, John Huston. Rifatto nel 1964 da Don Siegel. 1° film di Lancaster. Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and Photos

Un film di Frank Perry. Con Janice Rule, Burt Lancaster, Kim Hunter, Cornelia Otis Skinner Titolo originale The Swimmer. Drammatico, durata 94′ min. – USA 1968. MYMONETRO Un uomo a nudo * * * - - valutazione media: 3,08 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un uomo decide di tornare a casa bagnandosi in tutte le piscine della zona residenziale in cui vive. Ogni piscina è un ricordo del passato. Tratto da racconti brevi di John Cheever e sceneggiato da Eleanor Perry, moglie del regista, è una singolare parabola metaforica sulla caduta del “sogno americano”, in una cornice esteticamente fin troppo ricercata (esterni nel Connecticut), con un ottimo Lancaster. Girato nel 1966, fu tenuto fermo per 2 anni perché ritenuto troppo arty, troppo poco commerciale. Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and Photos

Un film di Edwin Sherin. Con Susan Clark, Burt Lancaster, Frank Silvera Titolo originale Valdez is Coming. Western, Ratings: Kids+13, durata 90′ min. – USA 1971. MYMONETRO Io sono Valdez * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Storia di uno sceriffo messicano che, per riscuotere 100 dollari, ammazza dodici uomini. I 100 dollari sono, ovviamente, un simbolo: l’eroe ammazza per legittima difesa e gli tocca in premio persino la ragazza. Tratto da un romanzo di Elmore Leonard, girato in Spagna e diretto da un noto regista di Broadway al suo esordio nel cinema, è apprezzabile per l’uso dello spazio e dei paesaggi montagnosi (fotografia di Gabor Pogany), l’attenzione ai particolari tattici, insolite soluzioni narrative, qualità che non riscattano del tutto la convenzionalità di fondo. Continua a leggere

Un film di John Huston. Con Audie Murphy, Burt Lancaster, Audrey Hepburn, Lillian Gish, John Saxon. Titolo originale The Unforgiven. Western, durata 124′ min. – USA 1960. MYMONETRO Gli inesorabili [2] * * * 1/2 - valutazione media: 3,60 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

L’unica figlia di una famiglia di rancheri bianchi è in realtà un’orfanella pellerossa, ma i suoi tre fratelli lo ignorano. Quando la tribù dei Kiowa la reclama, esplode il dramma. Uno dei due western di Huston che lavorò nelle migliori condizioni possibili: alto costo, due star, uno sceneggiatore d’ingegno (Ben Maddow con cui aveva lavorato in Giungla d’asfalto, 1950), un operatore tedesco di merito (F. Planer), un musicista di successo (D. Tiomkin). Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and Photos

Achille Lauro - Viaggio nel Terrore - tvrip_s.jpg

Un film di Alberto Negrin. Con Burt Lancaster, Eva Marie Saint, Robert Culp Formato Film TV, Drammatico, – Italia 1990.

Rievocazione dell’abbordaggio dell’Achille Lauro nel 1985. Mentre era ancorata nel porto di Alessandria, la nave italiana fu arrembata da un gruppo di guerriglieri palestinesi. Un anziano viaggiatore, un americano di origine israelita, rimase ucciso nel frangente. Buona rievocazione di Negrin, con un bel tour de force (anche fisico) da parte di Burt Lancaster nei panni dello sventurato Klinghoffer.

Tavole Separate - Separate Tables_s

Un film di Delbert Mann. Con David Niven, Rita Hayworth, Deborah Kerr, Burt Lancaster, Wendy Hiller Titolo originale Separate Tables. Commedia, Ratings: Kids+13, b/n durata 98 min. – USA 1958.MYMONETRO Tavole separate * * * 1/2 - valutazione media: 3,71 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

La proprietaria di una pensione inglese, dove sono riunite le persone più disparate, cerca di risolvere discretamente i loro problemi. Non esita a mettersi da parte quando l’amato si ricongiunge con l’ex moglie; inoltre, favorisce l’unione tra un finto maggiore molto timido e una ragazza afflitta da una madre opprimente che ostacola i suoi sentimenti.

T_zio_s.jpg

Un film di Carol Reed. Con Tony Curtis, Gina Lollobrigida, Burt Lancaster, Katy Jurado Titolo originale Trapeze. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 105 min. – Gran Bretagna 1956. MYMONETROTrapezio * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Melodramma circense. Due acrobati sono rivali in amore per colpa di una bella collega. Alla fine, lei sceglie il più anziano che si ritira dall’attività. Il più giovane si consolerà raggiungendo uno strepitoso successo.

Piombo_rovente_s.jpg

Un film di Alexander MacKendrick. Con Tony Curtis, Burt Lancaster, Martin Milner, Susan Harrison.Titolo originale Sweet Smell of Success. Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 96 min. – USA 1957. MYMONETRO Piombo rovente * * * 1/2 - valutazione media: 3,75 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un giornalista celebre e potente non approva i sentimenti che la sorella nutre per un giovane artista. Deciso a rovinarlo, si serve di un collaboratore per far infilare nelle tasche dell’uomo alcune sigarette drogate. Un poliziotto compiacente lo arresta; la ragazza, disperata per la sua debolezza e la scoperta del raggiro, tenta di uccidersi ma viene fermata in tempo. Il fratello scarica qualsiasi responsabilità sul tirapiedi e non riesce a convincere la sorella a restargli a fianco.

Mare caldo_s.jpg

Un film di Robert Wise. Con Clark Gable, Jack Warden, Burt Lancaster Titolo originale Run Silent, Run Deep. Guerra, Ratings: Kids+13, b/n durata 93 min. – USA 1958. MYMONETRO Mare caldo * * 1/2 -- valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Secondo conflitto mondiale: il comandante di un sottomarino nel Pacifico e il suo secondo discutono animatamente su come condurre un’azione di guerra. Quando il comandante morirà, sarà il vice a prendere il suo posto.

La Carovana dell Alleluia_s.jpg

Un film di John Sturges. Con Burt Lancaster, Pamela Tiffin, Lee Remick, Jim Hutton Titolo originale The Hallelujah Trail. Western, durata 165 min. – USA 1965. MYMONETRO La carovana dell’alleluja * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Denver, una cittadina del West, deve essere rifornita di alcool. Una carovana di 40 carri colmi di whisky e champagne parte scortata dalla cavalleria per giungere a destinazione. Ma il whisky finirà nelle sabbie mobili e gli indiani brinderanno a champagne.

Joe Bass - L Implacabile - The Scalp Hunter_s.jpg

Un film di Sydney Pollack. Con Shelley Winters, Telly Savalas, Burt Lancaster Titolo originale The Scalphunters. Western, durata 102 min. – USA 1968. MYMONETRO Joe Bass l’implacabile * * * - -valutazione media: 3,00 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Joe è un cacciatore che si vede portar via il carico di pelli da una banda di indiani. Li insegue e assiste alla loro decimazione da parte di alcuni bianchi, cacciatori di scalpi. Tenta a più riprese di riprendere le sue pelli ma riesce solo a uccidere un gran numero di banditi. Quando alla fine torna in possesso del suo carico, un indiano glielo ruba di nuovo.

Il Vagabondo delle Frontiere_s.jpg

Un film di Burt Lancaster. Con Dianne Foster, John Carradine, Burt Lancaster, Diana Lynn Titolo originale The Kentuckian. Western, durata 94 min. – USA 1955. MYMONETRO Il kentuckiano * * 1/2 - -valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Verso il 1840, un vedovo parte per il Texas con il figlio per sfuggire a una faida che oppone la sua famiglia a un’altra. Durante il viaggio crede d’innamorarsi di una raffinata signorina, ma poi capisce che il suo vero amore è una sguattera che l’ha salvato dai suoi rivali che l’avevano seguito. Ripartirà con lei.

Il Corsaro dell Isola verde_s.jpg

Un film di Robert Siodmak. Con Christopher Lee, Burt Lancaster, Torin Thatcher, Nick Cravat, Eva Bartok.Titolo originale The Crimson Pirate. Avventura, durata 104 min. – USA 1952.MYMONETRO Il corsaro dell’isola verde * * * * - valutazione media: 4,48 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Capitan Vallo è alla guida di un’imbarcazione pirata accompagnato dal fedele (e muto) braccio destro Ojo. Vallo, passando da una scena d’azione all’altra, riesce a far innamorare di sé la figlia del governatore ma non rinuncia ad affiancarsi a un capo ribelle per combattere la dittatura. Fatto prigioniero riuscirà a fuggire ma le situazioni complicate per lui sembrano non finire mai.
Burt Lancaster nell’immaginario di molti spettatori è il protagonista serio e problematico di film altrettanto seri e problematici. Non tutti sanno che in film come questo si è divertito sin dall’inizio a ‘giocare’ sul set e con il pubblico. Al punto da aprire il film con un’acrobazia che lo vede anche guardare dritto in macchina e ammiccare allo spettatore (adulto o bambino non fa differenza) dicendo: “Credete solo a ciò che vedrete… anzi, a metà di ciò che vedrete”. Sta qui la logica di divertimento che presiede al film e a cui molto deve la serie dei Pirati dei Caraibi”. Anche in modo molto esplicito. Ricordate Sparrow e Turner che si salvano camminando sul fondale marino e respirando grazie a una barca rovesciata sopra di loro? Guardate questo film e vedrete a chi rende omaggio la scena. Il film è un susseguirsi di situazioni brillanti e acrobatiche al contempo. Lancaster, prima di diventare attore era un atleta professionista. Scritturato per questo film volle accanto a sé il compagno di attività ginniche Nick Cravat allo scopo di realizzare le scene di azione insieme e senza controfigure. Il quale però aveva un pessimo accento. Si decise così di rendere muto il suo personaggio facendogli così acquisire un ruolo molto più divertente del previsto (osservate la scena in cui Ojo spiega a gesti che il suo capitano si è innamorato). Un gioiello del cinema di azione che merita di essere visto ancora oggi. Non ha perso nulla del suo smalto.

 

Il Mago della Pioggia_s.jpg

Un film di Joseph Anthony. Con Lloyd Bridges, Wendell Corey, Katharine Hepburn, Burt Lancaster, Earl Holliman Titolo originale The Rainmaker. Commedia, Ratings: Kids+16, durata 121 min. – USA1956. MYMONETRO Il mago della pioggia * * * - - valutazione media: 3,29 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Siamo negli anni Dieci. Uno strano personaggio capitato presso una famiglia del Kansas perseguitata dalla siccità promette di far piovere in cambio di una somma di denaro. Una delle figlie gli confida di voler bene, ricambiata, al vicesceriffo, ma nessuno dei due tenta il primo passo. Intanto la situazione precipita: il vicesceriffo vuole arrestare lo straniero per truffa; la ragazza però si oppone e finalmente dichiara all’amato i suoi sentimenti. Dulcis in fundo, si mette anche a piovere.

Scorpio_s.jpg

Un film di Michael Winner. Con Alain Delon, Burt Lancaster, Paul Scofield, John Colicos.Poliziesco, durata 114 min. – USA 1973. MYMONETRO Scorpio * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Protagonisti sono due agenti, uno francese, Laurier detto Scorpio, e Cross; il primo è l’allievo, il secondo il maestro; a volte, però, l’allievo deve superare il maestro: le cose impongono a Laurier di eliminare Cross, poiché sospettato di complicità con un agente sovietico. Da questo momento in poi, il film si dipana in complicate vicende: dall’inizio alla fine del racconto Laurier non vuole sopprimere il collega avversario e, nel momento in cui sarà costretto a farlo, troverà anch’egli la morte: l’amicizia è indissolubile.

La Leggenda dell Arciere di Fuoco_s

Un film di Jacques Tourneur. Con Burt Lancaster, Aline MacMahon, Virginia Mayo, Robert Douglas, Nick Cravat.Titolo originale The Flame and the Arrow. Avventura, durata 88 min. – USA 1950.MYMONETRO La leggenda dell’arciere di fuoco * * * * - valutazione media: 4,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Lombardia tredicesimo secolo. Un tiranno governa col pugno di ferro: il popolo è sottomesso. Solo l’intrepido Dardo (Lancaster), una sorta di Robin Hood, non si è sottomesso, anzi ha un atteggiamento di sfida nei confronti del tiranno, che gli ha anche portato via la perfida moglie. Per punizione Dardo si vede portar via il figlio, ma lui riesce a fuggire. Il popolo si stringe intorno a lui e anche una bella principessa si sente attratta dall’eroe popolare. In una ridda di tradimenti e colpi di scena (compresa una manifestazione di saltimbanchi in cui Lancaster si distingue come acrobata insieme all’amico attore Cravat), alla fine Dardo uccide con una freccia il tiranno che tiene un pugnale puntato alla gola di suo figlio. Un autentico classico dell’avventura, irresistibile e geniale, “gemello” dell’altro indimenticabile “avventuroso”, Il corsaro dell’isola verde. Lancaster era diventato una star interpretando ruoli “neri”, ma fu con questi due film che mostrò le sue straordinarie attitudini di atleta e di acrobata. I volteggi sui merli del castello sono proprio suoi, così come gli esercizi nello spettacolo degli acrobati. Anche Kevin Costner, nel suo Robin Hood, dedica una citazione a Lancaster, quando si lascia cadere da un ramo facendo una capriola: solo che Lancaster, a differenza di Costner, l’aveva eseguita davvero. Questo film rappresenta un genere di evasione di grande classe e impatto. L’avventura, il vigore, il cattivo punito, il buono che trionfa, l’ingenuità, la prevedibilità: tutto nel segno della grande qualità spettacolare. Erano film dei quali si sente la nostalgia. Il miglior Spielberg “avventuroso” viene da lì, dal grande mestiere di quei registi e produttori e dalle attitudini naturali di attori come Lancaster, che avrebbe dimostrato, negli anni a venire, di essere altrettanto bravo nei film di Visconti che come “arciere di fuoco”.