Cartoons Rap Eminem Lucky You Ft Joyner Lucas mp3 song | Cobra Kai | Look Here

Archive for novembre, 2017


Risultati immagini per Non è piu Tempo di EroiUn film di Robert Aldrich. Con Henry Fonda, Michael Caine, Cliff Robertson, Percy Herbert. Titolo originale Too Late the Hero. Guerra, durata 133′ min. – USA 1970. MYMONETRO Non è più tempo di eroi * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nel 1942 tenente americano è aggregato a un reparto inglese che, in un’isola delle Ebridi, deve distruggere una stazione radio giapponese. Lunga, pericolosa fuga finale. Per il cinico Aldrich non è mai stato tempo d’eroi. Di giocatori, caso mai. Qui la guerra assomiglia al football americano. La 1ª parte è vigorosa e appassionante. Continua a leggere

Risultati immagini per The VictorsUn film di Carl Foreman. Con George Hamilton, Melina Mercouri, Albert Finney, Jeanne Moreau. Titolo originale The Victors. Guerra, Ratings: Kids+13, b/n durata 156 min. – Gran Bretagna1963. MYMONETRO I vincitori **1/2-- valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Il film vuole mostrare il rovescio della medaglia della campagna americana per la liberazione dell’Europa nel corso della seconda guerra mondiale. I soldati non sono degli eroi, ma dei poveri diavoli gettati nell’inferno della guerra. La scena culminante è la fucilazione di un disertore la notte di Natale.

Continua a leggere

Un film di Jacques Tati. Con Paul Frankeur, Jacques Tati, Guy Decomble, Santa Relli Titolo originale Jour de fête. Comico, b/n durata 87′ min. – Francia 1949. MYMONETRO Giorno di festa * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nel paesino di Follainville un postino assiste ai preparativi della festa annuale, vi partecipa con zelo e vuole, imitando un documentario che ha visto, consegnare la posta “all’americana”. La formula è: 2/3 di comicità d’osservazione, 1/3 di farsa. Sonoro, ma non parlato (con dialoghi quasi inaudibili perché registrati in presa diretta; sostituiti in modo spurio nell’edizione italiana). 1° film lungo di Tati dopo il cortometraggio a colori L’école des facteurs (1947) sullo stesso tema. Proiettato a Parigi per la prima volta l’11 maggio 1949, rivelò la nascita del secondo grande comico francese dopo Max Linder. Una delizia per spettatori di tutte le età. Girato a colori (col sistema sperimentale Thomsoncolor), ma distribuito in un bianco e nero virato, è stato riproposto nel 1994 nella versione originale. Continua a leggere

Locandina Il selvaggioUn film di László Benedek. Con Marlon Brando, Mary Murphy, Lee Marvin, Robert Keith, Jay C. Flippen. Titolo originale The Wild One. Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 79′ min. – USA 1954. MYMONETRO Il selvaggio * * * 1/2 - valutazione media: 3,82 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

A capo di una banda di teppisti in motocicletta, Johnny (Brando) sparge il terrore nella cittadina californiana di Wrighsville. Scoppia una rissa con una banda rivale e ci scappa il morto. La sequenza iniziale dei Black Angels, con Brando nel fulgore dionisiaco e tetro dei suoi trent’anni, che avanzano come un minaccioso squadrone di cavalieri teutonici, è uno degli incipit memorabili del cinema hollywoodiano. Tutto il resto gli è inferiore. Fu l’antesignano della moda dei biker movie che fiorì negli anni ’60. Prodotto da Stanley Kramer, è ispirato a un fatto di cronaca del 1947 quando quattromila soci di un club motociclistico si riunirono per 3 giorni a Hollister (California) seminando la paura tra gli abitanti. Ne riferì Frank Rooney nel racconto The Cyclists’ Raid, all’origine del film. Non ebbe un grande successo quando uscì, ma fece epoca. Proibito nella puritana Inghilterra fino al 1968. Brando in giubbotto di pelle nera divenne un’icona internazionale. Jerry Lewis lo parodiò in Il delinquente delicato, Kenneth Anger lo citò nel film d’avanguardia Scorpio Rising (1964). Scritto da John Paxton, fotografato da Hal Mohr con lenti speciali Garutso. Continua a leggere

Risultati immagini per La Cagna - 1972Un film di Marco Ferreri. Con Catherine Deneuve, Michel Piccoli, Marcello Mastroianni, Corinne Marchand. Commedia, durata 90′ min. – Italia, Francia 1972. MYMONETRO La cagna [2] * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Abbandonata la società, un disegnatore di fumetti vive in un’isoletta sarda in compagnia del cane Melampo. Lo raggiunge una donna, uccide il cane e ne prende il posto come compagna muta e fedele. Dal racconto di Ennio Flaiano Melampus (1970) che lo sviluppò in una sceneggiatura rielaborata poi da Ferreri con J.C. Carrière. Doveva essere l’esordio alla regia di Flaiano. Apologo amarissimo sulla solitudine in un mondo degradato, condotto in uno spazio chiuso, con soprassalti ironici e misogini. Alto livello stilistico. Il rapporto centrale è raccontato senza sadismo né compiacimenti morbosi. Continua a leggere

Un film di Francis Ford Coppola. Con Gregory Hines, Richard Gere, Diane Lane, Nicolas Cage, Bob Hoskins. Titolo originale The Cotton Club. Drammatico, durata 128′ min. – USA 1984. MYMONETRO Cotton Club * * * 1/2 - valutazione media: 3,75 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Saga sull’America gangsteristica attraverso la storia di un famoso cabaret di Harlem (New York) tra il ’28 e il ’35 e due storie di amore tribolato, una bianca e una nera. Jazz e violenza. Con C’era una volta in America, è il miglior gangster degli anni ’80: ricco, generoso, energico, miracolosamente omogeneo. 3 o 4 personaggi memorabili e un 30 e lode per i costumi di Milena Canonero. Colonna musicale di Duke Ellington (con R. Gere che non si fa doppiare alla cornetta). Continua a leggere

Locandina Ragazzi perdutiUn film di Joel Schumacher. Con Jason Patric, Dianne Wiest, Edward Herrmann, Kiefer Sutherland, Jami Gertz Titolo originale Lost Boys. Horror, durata 97 min. – USA 1987. MYMONETRO Ragazzi perduti * * 1/2 - - valutazione media: 2,51 su 15 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Una donna divorziata con due figli adolescenti si stabilisce nella casa del padre in un villaggio della California apparentemente tranquillo. In realtà è infestato da una banda di vampiri. Il figlio maggiore si innamora di una bella vampiretta (però suscettibile di normalizzazione), la madre addirittura del capo vampiro. Continua a leggere

Locandina Prima di mezzanotteUn film di Martin Brest. Con Robert De Niro, Charles Grodin, Yaphet Kotto, John Ashton, Dennis Farina. Titolo originale Midnight Run. Poliziesco, durata 126 min. – USA 1988. MYMONETRO Prima di mezzanotte * * * - - valutazione media: 3,21 su 12 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Da quando è stato radiato dalla polizia di Chicago, Jack Walsh si guadagna da vivere come cacciatore di taglie per un garante di cauzioni di Los Angeles. Quando questi gli propone una grossa cifra per recuperare Jonathan Mardukas detto “Il Duca”, ex contabile del gangster Jimmy Serrano al quale ha sottratto quindici milioni di dollari, Jack si mette subito sulle sue tracce e in poco tempo riesce a trovarlo in un appartamento a New York. Solo che il viaggio per riportarlo a Los Angeles si rivela più arduo del previsto: Mardukas ha paura di volare e costringe Jack a utilizzare altri mezzi di trasporto. Inoltre, sulle loro tracce vi è più di una persona: dagli agenti federali che vogliono la collaborazione di Mardukas per arrestare Serrano, ai sicari dello stesso gangster che lo vogliono morto, fino ad un cacciatore di taglie rivale che vuole riscuotere la taglia al posto di Jack. Continua a leggere

Risultati immagini per Il Risveglio del DinosauroUn film di Eugène Lourié. Con Paula RaymondPaul HubschmidCecil KellawayKenneth TobeyDonald Woods.  Titolo originale The Beast from 20 000 Fathoms.FantasticoRatings: Kids+13, b/n durata 80 min. – USA 1953MYMONETRO Il risveglio del dinosauro * * - - - valutazione media: 2,25 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

All’ora “H” del “giorno X”, presso una base americana al Polo Nord, si svolge un esperimento nucleare. Più tardi, due scienziati vanno sul posto a prelevare campioni da esaminare, ma sorpresi da una improvvisa tempesta di neve, assistono a qualcosa che ha dell’incredibile: tra i crepacci ghiacciati si aggira la mole maestosa di un animale preistorico. Uno dei due uomini muore sepolto da una slavina provocata dal mostro, l’altro, Tom Nesbitt, viene portato in salvo dai soldati e ricoverato in stato confusionale all’ospedale. Nessuno dà credito alla sua testimonianza, ma il mostro esiste davvero e quando provoca l’affondamento di una nave, Nesbitt si mette in contatto con un marinaio sopravvissuto che conferma quanto lui stesso ha visto e sottopone la faccenda ad un anziano paleontologo (Cecil Kellaway). Continua a leggere

Immagine correlataSpazio 1999 (Space: 1999) è una serie televisiva italobritannica di fantascienza ideata nel 1973 da Gerry e Sylvia Anderson, su un evento apocalittico in un ipotetico fine millennio, a scapito della nostra Luna, sganciata dall’orbita terrestre.Il soggetto, ad alta tensione e drammaticità, segue il filone cinematografico catastrofico ricorrente in quegli anni.

Il 9 settembre 1999 John Koenig assume il comando della base lunare Alpha, un’installazione scientifica permanente collocata nel cratere Plato, dovendo gestire i preparativi per una spedizione esplorativa sul pianeta Meta, di recente scoperta. Nel frattempo incidenti e decessi inspiegabili colpiscono gli addetti ad un deposito di scorie nucleari nonché gli astronauti candidati alla spedizione. Ben presto si rileva un repentino aumento del campo magnetico generato dalle stesse scorie. Koenig non fa in tempo a intervenire: il 13 settembre 1999 si innesca un’esplosione di incredibile violenza, tale da provocare l’uscita della Luna dall’orbita terrestre. Il satellite inizia la sua deriva nel cosmo e in questo andare senza meta l’equipaggio della base viene a contatto con civiltà aliene (ora amichevoli, ora ostili) e forme di vita insolite, che inducono a riflessioni filosofiche sul senso ultimo della vita.

Edit 29/11/2017: Aggiunto episodio inedito finale della seconda stagione

Risultati immagini per Spazio 1999 Destinazione Base Lunare AlphaGenere Avventura, Fantascienza Durata Regista Tom Clegg Attori Martin LandauBarbara Bain

Un’astronave del tipo Superswift, capace di viaggiare a velocità superiori a quella della luce, si avvicina alla base lunare Alpha. A bordo ci sono tutti gli amici piú cari del personale della colonia spaziale. La notizia portata dall’equipaggio del Superswift è molto importante: il ritorno sul pianeta terra sarà possibile entro breve tempo. Tutti festeggiano felici ma John Koening vede, invece degli amici terrestri, degli orribili mostri alieni in stato di decomposizione. Tutti lo ritengono impazzito ma forse sta dicendo la verità. Continua a leggere

Risultati immagini per spazio 1999 attacco alienoGenere Drammatico, Fantascienza Durata Regista Charles Crichton , … Attori Martin LandauBarbara Bain
Dopo l’uscita dalla sua orbita, il 13 settembre 1999, la luna con la base Alpha inizia una folle corsa attraverso la profondità dello spazio mentre l’International Lunar Commission discute sul da farsi. Il pianeta Meta potrebbe diventare una seconda patria per i 311 abitanti di Alpha. Ma proprio da Meta vengono lanciati dei Falchi da combattimento in grado di distruggere le Aquile poste alla difesa della base.

Continua a leggere

Risultati immagini per Spazio 1999 - II - Oltre lo spazio-tempoSpazio 1999 – Oltre lo spazio tempo TITOLO ORIGINALESpace 1999: Journey Through the Black Sun ORIGINE Uk, 1982, colore DISTRIBUZIONE DURATA 89 minuti – 1 disco VOTO DEL RECENSORE 3 su 5REGIARay Austin & Lee H. KatzinSCENEGGIATURAAnthony Terpiloff & David Weir CON Martin Landau, Barbara Bain, Barry Morse, Clifton Jones, Zienia MertonAUDIO mono.

La base Alpha si trova in pericolo mortale perché la Luna è in rotta di collisione con un pianeta immenso, Atheria. Eppure la regina Arra assicura a John Koenig che il contatto tra i due mondi non causerà alcun danno agli esseri umani. Nessuno sembra disposto a crederle ma il terrore si impossessa degli abitanti mentre un’altra minaccia si delinea all’orizzonte degli eventi. E’ il Sole Nero, uno strappo nel tessuto dello spazio-tempo la cui attrazione gravitazionale diviene tanto potente da poter inghiottire interi corpi celesti. Inizia quindi per gli abitanti di Alpha un viaggio ai confini dell’impossibile…Una delle puntate più famose (e memorabili) della serie creata da Gerry & Silvya Anderson che nonostante gli effetti visivi ‘datati’ è ancora affascinante per tutti gli amanti della fantascienza dal gusto un po’ retrò.

Continua a leggere

Risultati immagini per La Squadriglia dei Falchi RossiUn film di Boris Sagal. Con Charles Gray, David McCallum, Suzanne Neve, David Bick, David Dundas Titolo originale Mosquito Squadron. Guerra, Ratings: Kids+13, durata 90 min. – Gran Bretagna 1970. MYMONETRO La squadriglia dei falchi rossi * * - - - valutazione media: 2,00 su 1 recensione.

Un coraggioso tenente della Raf viene ritenuto disperso, ma è stato catturato dai nazisti che lo tengono in un castello con altri prigionieri. Le avversità gli hanno fatto perdere la memoria. Continua a leggere

Risultati immagini per Spazio 1999 - Cosmic Princess

Genere:Fantascienza Durata
Mentor, di Psycon, vuole le menti degli abitanti della base lunare Alpha per alimentare il suo computer vivente, il quale, per mezzo della trasformazione molecolare, dovrebbe ridare al suo pianeta morente l’antico splendore. Quando la transmuta Maya, sua figlia, capisce l’inganno del padre, aiuta Koenig a fermarlo. Unica superstite di quel mondo condannato, si trasferirà su Alpha. Nel frattempo la Luna si trova in una deformazione spaziale che la proietta a 5 anni luce da Aquila 1, con la quale John e Tony stavano agganciando un relitto alieno. Fortunatamente sul relitto c’è una registrazione del defunto comandante che permette ai due terrestri di calcolare le esatte coordinate del varco spaziale. Sulla Luna, intanto, Maya febbricitante perde il controllo molecolare e mette a rischio l’incolumità della base.

Continua a leggere

Un film di Charles B. Pierce. Con Ben Johnson, Andrew Prine, Charles Pierce Titolo originale The Town that Dreaded Sundown. Drammatico, durata 95 min. – USA 1977. MYMONETRO Il terrore arriva al tramonto * * - - - valutazione media: 2,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

La vera storia di un fattaccio di cronaca nera avvenuto nel Texas negli anni Quaranta. Alla fine della guerra un assassino mascherato terrorizzò la cittadina di Texarcana con una serie di delitti apparentemente immotivati. Continua a leggere

Un film di Masaki Kobayashi. Con Tatsuya Nakadai, Michiyo Aratama, Ineko Arima, Chikage Awashima, Keiji Sada, Sô Yamamura, Akira Ishihama Titolo originale Ningen no jôken I. Drammatico, b/n durata 208 min. – Giappone 1960. MYMONETRO Nessun amore è più grande – La condizione umana I * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Sommando le tre parti della trilogia di cui è composto, Ningen no Joken (La condizione umana) è il film più lungo di tutta la storia del cinema (579 minuti; cioè quasi 10 ore). È anche una grande opera il cui regista ha dichiarato: “Ho avuto durante la guerra le stesse esperienze del mio eroe Kaji. Ho voluto far rivivere il tragico destino degli uomini che sono stati costretti a far la guerra senza volerla. Kaji (Tatsuya Nakadai) è al tempo stesso oppressore e oppresso, e capisce che non può smettere d’esser oppressore senza diventare oppresso. Certo, ho voluto denunciare i delitti di guerra, ma anche mostrare come una società umana possa trasformarsi in un organismo inumano”. Continua a leggere

Un film di Masaki Kobayashi. Con Tatsuya Nakadai, Michiyo Aratama, Minoru Chiaki Titolo originale Ningen no joken II. Drammatico, durata 181 min. – Giappone 1960.
Sommando le tre parti della trilogia di cui è composto, Ningen no Joken (La condizione umana) è il film più lungo di tutta la storia del cinema (579 minuti; cioè quasi 10 ore). È anche una grande opera il cui regista ha dichiarato: “Ho avuto durante la guerra le stesse esperienze del mio eroe Kaji. Ho voluto far rivivere il tragico destino degli uomini che sono stati costretti a far la guerra senza volerla. Kaji (Tatsuya Nakadai) è al tempo stesso oppressore e oppresso, e capisce che non può smettere d’esser oppressore senza diventare oppresso. Certo, ho voluto denunciare i delitti di guerra, ma anche mostrare come una società umana possa trasformarsi in un organismo inumano”.

Continua a leggere

Un film di Masaki Kobayashi. Con Tatsuya Nakadai, Michiyo Aratama, Yusuke Kawazu Titolo originale Ningen no joken III. Drammatico, durata 190 min. – Giappone 1960.
Sommando le tre parti della trilogia di cui è composto, Ningen no Joken (La condizione umana) è il film più lungo di tutta la storia del cinema (579 minuti; cioè quasi 10 ore). È anche una grande opera il cui regista ha dichiarato: “Ho avuto durante la guerra le stesse esperienze del mio eroe Kaji. Ho voluto far rivivere il tragico destino degli uomini che sono stati costretti a far la guerra senza volerla. Kaji (Tatsuya Nakadai) è al tempo stesso oppressore e oppresso, e capisce che non può smettere d’esser oppressore senza diventare oppresso. Certo, ho voluto denunciare i delitti di guerra, ma anche mostrare come una società umana possa trasformarsi in un organismo inumano”.

Continua a leggere

Risultati immagini per indiscreto 1958Un film di Stanley Donen. Con Ingrid Bergman, Cary Grant, Phyllis Calvert, Cecil Parker, David Kossoff. Titolo originale Indiscreet. Commedia, Ratings: Kids+16, durata 100′ min. – USA 1958. MYMONETRO Indiscreto * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Lui è un asso della finanza USA, lei è un’attrice famosa, quasi altrettanto ricca. S’incontrano a Londra e si amano. Lui le dimostra il suo amore con regalucci: un panfilo, quadri d’autore, braccialetti di diamanti. Stonatura: lei vorrebbe sposarlo, lui non può, è già sposato, ma mente. Quando lei lo scopre si arrabbia. Tutto finisce in gloria nuziale. Scritta da Norman Krasna, adattando la sua commedia Kind Sir che nel 1953 fu un fiasco a Broadway. È un’attardata commedia sofisticata, sessualmente spregiudicata solo nei dialoghi. Vi incombe la noia con tanta premeditata misura. Così elegante nella sua superficialità da diventare interessante. La Bergman nella sua 1ª commedia hollywoodiana è bravissima, Grant impeccabile. Nessun altro attore come lui. Continua a leggere